mercoledì 13 maggio 2015

Felicità. Attimi

E' notte e siamo entrambi distesi sul letto.
Sono 20 anni, oggi, che stiamo insieme.
20 anni da quella cena nella pizzeria più squallida del mondo, da quella pizza orribile, dalla mia minigonna nera con gli anfibi e dalla tua macchina nuova, blu, comprata a metà con tuo fratello.
Guardi il soffitto e mi chiedi se mi rendo conto che sono passati 20 anni.
Mossa terribile. Sono pur sempre una donna, è tutto il giorno che mi tormento all'idea di quella minigonna e degli anfibi.

Ma mi conosci, sai che non rischi.
Infatti per tutta risposta ti faccio una domanda di quelle che una donna assenata non dovrebbe fare mai: "ci avresti mai creduto?"
Taci.
Poi mi fai: "non lo so, non ci ho mai pensato. A dire il vero non so nemmeno quando è successo, ma a un certo punto ho cominciato a pensare che la vita, senza di te, sarebbe stata  immensamente vuota"
Immensamente

4 commenti:

  1. Una bellissima dichiarazione d'amore, davvero. Raro un amore così, per questo tanto prezioso.
    Io ho conosciuto mio marito 26 anni fa e non lo so come potrei definire tutta questa vita insieme, certo abbiamo cambiato molte pelli e siamo molto diversi da allora. Eppure, in alcuni momenti riusciamo ad essere quei ragazzini di allora e forse per questo siamo ancora insieme.

    RispondiElimina
  2. Anche noi abbiamo cambiato molte pelli Marzia e non tutte erano granchè, anzi alcune facevano decisamente schifo.
    Sotto la pelle però ci siamo sempre riconosciuti aldilà del contingente, delle differenze, delle incomprensioni, non saprei dire perchè o come, ma finora è sempre successo.
    Certo se questo è l'amore, è molto diverso da come lo descrivono.
    Meglio però

    RispondiElimina
  3. Sai che sto piangendo? E non so perché...ma ho pensato che 20 anni fa avevo 9 anni, e tra 20 ne avrò 49 e...e non so mica se avrò mai qualcuno da guardare negli occhi e dirgli "ci avresti mai creduto?"

    RispondiElimina
  4. Non dovresti piangere sai?
    Non lo sa nessuno, certi conti si fanno solo dopo, non è che, visto che sono passati vent'anni, allora, di sicuro tra altri venti saremo ancora lì a guardare lo stesso punto sul soffitto.
    Ed anche se fosse, non è detto che sarebbe un bene.
    La sola cosa che so è che per avere una possibilità, bisogna imparare ad affidarsi.
    PS carina la cosa che 20 anni fa avevi 9 anni, mi ha allietati il lunedì ;)

    RispondiElimina